Posted by on May 1, 2010

Il “fattore Roman Polanski” nella web reputation

effetto roman polanski per la reputazione webTalvolta, quando cerco di spiegare cosa facciamo ai non addetti ai lavori, capita di sentirmi dire che noi siamo quelli che “cancellano le tracce” un po’ come il signor Wolf di Pulp Fiction.

In realtà la cosa non è esatta.

Non è possibile eliminare un fatto così come non è possibile impedire ad un giornale on line di pubblicare un articolo nel quale si segnala che una persona ha commesso un crimine grave o lieve o è stato coinvolto in uno scandalo.

Non voglio entrare in questioni di etica dell’informazione, si uscirebbe fuori strada.

Da studioso del fenomeno internet non posso che mettere in evidenza la grande rivoluzione che ha portato internet nelle nostre vite.

Fino a ieri, se una persona finiva sul giornale o sui telegiornali, la sua popolarità, positiva o negativa durava lo spazio di qualche giorno (a seconda del fatto ovviamente) poi, il giornale diventava lettiera per i canarini, o packaging per il fruttivendolo e il telegiornale passava ad altre notizie. Le persone potevano costruirsi una nuova vita.

Con il Web non è più cosi.

Un articolo pubblicato su un giornale internet può rimanere online anche per anni e la più piccola macchia può diventare indelebile.

Ribadisco il fatto che non si vuole fare sociologia o entrare nella sfera della morale, della religione o dell’etica.

Ci troviamo di fronte ad una evidenza: il web ha una caratteristica di permanenza, un’eco delle nostre attività rimane  intrappolata nel web sia che siano brutte, sia che siano belle.

Attenzione, quando parlo di fatti negativi non è detto che si tratti solo di reati: la pubblicazione dei voti di un esame non particolarmente brillanti, un progetto di lavoro andato male, una frase sbagliata detta, tante cose possono pesare negativamente sull’immagine.

Quindi, riepilogando, nella web reputation ci sono due tipi di elementi su cui lavorare:

– i fatti

– le opinioni

Sulle le opinioni, se sono diffamatorie o offensive, si può lavorare direttamente per risolverle, qui tra l’altro esiste anche la legge a tutelare chi viene danneggiato.

Per i fatti, la strada che si può praticare sul web è quello che potremmo chiamare “fattore Roman Polanski”.

Polanski è chiaramente reo di un delitto molto grave, ma ha saputo creare un fattore di compensazione tale da redimerlo del suo reato agli occhi di molti.

La web reputation mira a valorizzare, attraverso tecniche SEO, la parte positiva delle persone, ciò che hanno fatto di buono, in modo da controbilanciare adeguatamente gli insuccessi o gli errori fatti in passato.

Notate bene: questo è vero anche per le aziende, un commento negativo su un problema avuto in passato, pesa sulla reputazione dell’azienda per molto tempo, anche se l’azienda nel frattempo ha risolto il suo problema ed ha raggiunto livelli di qualità o servizio eccellenti. Per le aziende un piccolo evento può trasformarsi in grande danno se l’azienda non interviene per curare la propria immagine e la sua reputazione sul web.

Scritto da Fabio Rossi per Reputazione web, reputazione online, web reputation, come fare per risolvere un articolo negativo, come fare per risolvere una opinione negativa, come migliorare la propria visibilità e reputazione sul web